Col Ceingles - anello

SINGOLA

Vallata

Valle del Gran San Bernardo

Partenza

Parcheggio di Crevacol (Saint-Rhémy-En-Bosses)

Quota partenza

1.655

Quota arrivo

2.809

Da Aosta seguire la strada del Gran San Bernardo superando gli abitati di Gignod, Etroubles e Saint-Oyen.
Superare la vecchia barriera del traforo e proseguire sino ad uscire sulla destra al grande parcheggio degli impianti di risalita di Crevacol.
Arrivati alla piccola rotonda, svoltare a destra per un centinaio di metri per poi svoltare a sinistra in un grande parcheggio in cui è possibile lasciare l'auto.
Se si proviene dal colle del Gran San Bernardo, appena si raggiunge la strada principale, svoltare a destra e raggiungere la vecchia barriera autostradale, proseguire lungo il tracciato descritto precedentemente.

Questo anello permette di raggiungere due colli.
La salita si svolge lungo il selvaggio vallone che conduce al Grand Goillat e la discesa percorrendo l'ampio vallone del Merdeux.
Il Rifugio Frassati è posizionato lungo la discesa ed è una buona occasione per fermarsi a pranzo.
La discesa segue il bel sentiero percorso dall'Alta Via n. 1.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Parcheggio di Crevacol
- Quota di partenza: 1.655 m
- Quota di arrivo: 2.809 m
- Difficoltà Facile
- Dislivello in salita 1.144 m
- Lunghezza anello 17.100 m
- Tempo di salita 4 h 00'
- Tempo di discesa 2 h 00'
- Segnavia in salita senza numero, in discesa sino a rif. Frassati senza numero e poi AV1
- Periodo migliore Da luglio a settembre
- Livello di esposizione: 1
- Percorribile con cane: SI

DESCRIZIONE ITINERARIO
Dal parcheggio imboccare la strada rurale che passa sotto al viadotto per poi spostarsi verso sinistra. Si segue la strada rurale superando l'alpe Devies, dopo circa duecento metri bisogna lasciare la strada rurale e seguire a destra il bel sentiero dell'alta via numero 1 che si segue per ampi pascoli sino all'alpe Merdeux.
Si continua sino a raggiungere una strada rurale ad un tornante, a questo punto l'alta via passa a sinistra (da dove si ritornerà) invece noi dobbiamo risalire la strada rurale che dopo alcuni tornanti arriva su un'altra strada.
A questo punto si va a sinistra entrando nel vallone sin quando, appena prima del torrente, si prende a destra una piccola stradina che termina subito.
Salire sulla destra (in questo tratto il sentiero si vede molto poco ma il terreno è erboso) per poi attraversare più in alto e raggiungere il colle di Saint-Rhemy.
Affacciandosi dal colle si vede bene il colle del Gran San Bernardo.
Si attraversa adesso verso sinistra raggiungendo il fondo del vallone per poi risalire su terreno pietroso, con un ultimo tratto nettamente ripido, sino al Col des Ceingles.
Dal colle si scende un piccolo tratto per poi fare un lungo traverso verso destra e scendere il vallone sulla destra.
Quando si arriva all'altezza del rifugio Frassati (che si vede bene sulla destra) bisogna attraversare decisamente verso destra sino a raggiungere un piccolo laghetto, in pochi minuti di risalita si raggiunge il rifugio.
Dopo la pausa al rifugio si ritorna al laghetto per poi continuare verso destra sino ad incrociare il largo sentiero che scende dal Col Malatrà.
Si scende lungo il tracciato dell'alta via sino a raggiungere la strada rurale nei pressi dell'alpe Tsa de Merdeux.
Si prosegue lungo il sentiero che scende per ampi pascoli sino a raggiungere l'alpe Moindaz.
Si scende sino al torrente per poi attraversare in mezzacosta a sinistra lo scosceso versante della montagna sino all'alpe Cotes. Si risale un tratto la strada rurale sino al bivio dove si era arrivati al mattino, seguendo adesso il sentiero salito al mattino si raggiunge l'auto.