Col del Gran San Bernardo

SINGOLA

Vallata

Valle del Gran San Bernardo

Partenza

Borgo di Saint-Rhémy (Saint-Rhémy-En-Bosses)

Quota partenza

1.631

Quota arrivo

2.468

Da Aosta seguire la strada del Gran San Bernardo e superare gli abitati di Etroubles e Saint-Oyen.
Proseguire sino a svoltare a destra in direzione del Colle del Gran San Bernardo.
Raggiungere l'abitato di Saint-Rhemy e proseguire sino al tornante successivo.
Appena dopo, sulla sinistra, inizia la strada che scende al borgo dove è possibile lasciare l'auto.
Se si proviene dal colle del Gran San Bernardo, all'inizio del borgo di Saint-Rhemy, svoltare a destra e scendere all'abitato.

Il colle del Gran San Bernardo è sicuramente uno dei luoghi magici della Valle d'Aosta.
Il Colle, conosciuto sin dall'antichità, ha ancora i resti della strada romana ed i due grandi edifici dell'Ospizio.
Il colle, in estate, è anche raggiungibile in automobile, ma la lenta salita proposta permette di godere di tutte le bellezze del luogo.
Il Museo del Gran San Bernardo situato all'interno dell'ospizio conserva i reperti rinvenuti sul colle, fra cui un bronzetto del Dio Poeninus, monete e tavolette votive.
Al ritorno è d'obbligo una visita al bellissimo borgo di Saint-Rhemy.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Borgo di Saint-Rhemy
- Quota di partenza: 1.631 m
- Quota di arrivo: 2.468 m
- Difficoltà Facile
- Dislivello in salita 837 m
- Lunghezza salita 6.200 m
- Tempo di salita 2 h 40'
- Tempo di discesa 1 h 45'
- Segnavia 13B
- Periodo migliore Da luglio a settembre
- Livello di esposizione: 1
- Percorribile con cane: SI

DESCRIZIONE ITINERARIO
Proseguire per un centinaio di metri tra il torrente e la strada automobilistica sino a raggiungerla.
Seguire per un centinaio di metri la strada per imboccare sulla destra il sentiero che risale dolcemente tra i larici.
Il bel sentiero prosegue in mezzacosta, superando alcuni ruscelli, per poi risalire con sei tornanti più in quota e portarsi sopra all'entrata del traforo del Gran San Bernardo.
Si prosegue sino a ricongiungersi con il sentiero che arriva da destra.
Si continua a mezzacosta raggiungendo Fonteinte dove sono ubicati alcuni grandi fabbricati.
Si attraversa la strada asfaltata e si continua lungo l'ampia conca (a sinistra la caratteristica guglia rocciosa chiamata Tour des Fous).
Si attraversa l'ampia conca in direzione della grande galleria paravalanghe.
Senza raggiungerla si attraversa a destra e si arriva sulla strada asfaltata che si supera per risalire ripidi sino all'inizio del colle dove sono visibili i resti della strada romana e la grande statua di San Bernardo.
Si arriva così nell'ampio colle con il lago al centro e sul lato Svizzero il grande ospizio.
Seguendo la strada automobilistica si raggiunge l'ospizio.
Una visita all'interno dell'ospizio ed al museo è d'obbligo.