Informazioni classificazioni

Col del Gran San Bernardo

Gite - singola
Ubicazione
  • Vallata: Valle del Gran San Bernardo
  • Comune: Saint-Rhémy-En-Bosses
  • Partenza: Borgo di Saint-Rhémy (Saint-Rhémy-En-Bosses)
  • Coordinate: lat 45,8359 - lon 7,1838
Il percorso visto su Google Earth
Pecore
Il bel sentiero di salita
Sullo sfondo il Pain de Sucre
Targa ricordo
L'entrata del tunnel
La caratteristica Tour des Fous
La strada romana intagliata nella roccia
La statua e l'Ospizio
Nel borgo di Saint-Rhemy
Dati tecnici
  • Tipo gita: singola
  • Difficoltà:
  • Impegno fisico:
  • Escursione adatta al cane: Si
  • Percorribilità per neve: Con limitazioni
  • Livello esposizione cadute:

  • Lunghezza: 6.200m
  • Quota partenza: 1.631m
  • Quota arrivo: 2.468m
  • Durata: 01h 45m 02h 40m
  • Dislivello positivo: 837m
  • Dislivello negativo: 837m
Meteo regionale
Da Aosta seguire la strada del Gran San Bernardo e superare gli abitati di Etroubles e Saint-Oyen.
Proseguire sino a svoltare a destra in direzione del Colle del Gran San Bernardo.
Raggiungere l'abitato di Saint-Rhemy e proseguire sino al tornante successivo.
Appena dopo, sulla sinistra, inizia la strada che scende al borgo dove è possibile lasciare l'auto.
Se si proviene dal colle del Gran San Bernardo, all'inizio del borgo di Saint-Rhemy, svoltare a destra e scendere all'abitato.
Il colle del Gran San Bernardo è sicuramente uno dei luoghi magici della Valle d'Aosta.
Il Colle, conosciuto sin dall'antichità, ha ancora i resti della strada romana ed i due grandi edifici dell'Ospizio.
Il colle, in estate, è anche raggiungibile in automobile, ma la lenta salita proposta permette di godere di tutte le bellezze del luogo.
Il Museo del Gran San Bernardo situato all'interno dell'ospizio conserva i reperti rinvenuti sul colle, fra cui un bronzetto del Dio Poeninus, monete e tavolette votive.
Al ritorno è d'obbligo una visita al bellissimo borgo di Saint-Rhemy.
DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Borgo di Saint-Rhemy
- Quota di partenza: 1.631 m
- Quota di arrivo: 2.468 m
- Difficoltà Facile
- Dislivello in salita 837 m
- Lunghezza salita 6.200 m
- Tempo di salita 2 h 40'
- Tempo di discesa 1 h 45'
- Segnavia 13B
- Periodo migliore Da luglio a settembre
- Livello di esposizione: 1
- Percorribile con cane: SI

DESCRIZIONE ITINERARIO
Proseguire per un centinaio di metri tra il torrente e la strada automobilistica sino a raggiungerla.
Seguire per un centinaio di metri la strada per imboccare sulla destra il sentiero che risale dolcemente tra i larici.
Il bel sentiero prosegue in mezzacosta, superando alcuni ruscelli, per poi risalire con sei tornanti più in quota e portarsi sopra all'entrata del traforo del Gran San Bernardo.
Si prosegue sino a ricongiungersi con il sentiero che arriva da destra.
Si continua a mezzacosta raggiungendo Fonteinte dove sono ubicati alcuni grandi fabbricati.
Si attraversa la strada asfaltata e si continua lungo l'ampia conca (a sinistra la caratteristica guglia rocciosa chiamata Tour des Fous).
Si attraversa l'ampia conca in direzione della grande galleria paravalanghe.
Senza raggiungerla si attraversa a destra e si arriva sulla strada asfaltata che si supera per risalire ripidi sino all'inizio del colle dove sono visibili i resti della strada romana e la grande statua di San Bernardo.
Si arriva così nell'ampio colle con il lago al centro e sul lato Svizzero il grande ospizio.
Seguendo la strada automobilistica si raggiunge l'ospizio.
Una visita all'interno dell'ospizio ed al museo è d'obbligo.
Profilo altimetrico

Altre gite, escursioni, itinerari e trekking