Col Garin

SINGOLA

Vallata

Valle Centrale Oltre Aosta

Partenza

Pila partenza seggiovia (Gressan)

Quota partenza

1.765

Quota arrivo

2.813

Dal casello autostradale di Aosta Est deviare a sinistra in direzione di Aosta.
Proseguire lungo la strada principale sino a raggiungere una rotonda.
Svoltare a sinistra in direzione di Pila e raggiungere una seconda rotonda in cui bisogna nuovamente svoltare a sinistra.
Proseguire sin sotto all'autostrada per una terza rotonda in cui è necessario svoltare a destra ed attraversare la Dora Baltea.
Al prossimo bivio si svolta a destra per attraversare Pollein.
Proseguire sino alla grande rotonda di Plan Felinaz dove si svolta nuovamente a sinistra in direzione di Pila.
Superare l'abitato di Charvensod sino a raggiungere Pila.
Appena prima imboccare sulla sinistra la strada che conduce al parcheggio della seggiovia.

La prima parte è pianeggiante sino alla cappella di san Grato poi si sale nel bosco sino al col Fenetre da cui si scende al bellissimo pianoro di Comboé.
Il tratto che separa il piano di Comboé a quello di Arbolle è molto ripido e con alcuni semplici tratti attrezzati.
La parte superiore è molto selvaggia e pietrosa.
Il tratto finale è ripido e faticoso su resti di nevai oppure terreno molto friabile.
Appena sotto al colle, sul versante di Cogne, è visibile il piccolo bivacco Nebbia.
Il rifugio d'Arbolle permette una riposante pausa pranzo prima di ritornare a valle.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Pila partenza seggiovia (Gressan)
- Difficoltà: Difficile
- Periodo migliore: Luglio, Agosto, Settembre
- Quota di partenza: 1765 m
- Quota di arrivo: 2813 m
- Dislivello in salita: 1231 m
- Lunghezza totale: 18.400 m
- Tempo di salita: 4h 30 '
- Tempo di discesa: 3h 10 '
- Segnavia: 14I, 14L, 102, 22. 14. 16, 19, 18, TVC
- Livello di esposizione 1
- Percorribile con cane SI

DESCRIZIONE DELL'ITINERARIO
Dal parcheggio della seggiovia proseguire lungo il pendio sino a raggiungere la strada rurale che conduce a San Grato.
Seguirla sino a raggiungere la bella chiesetta.
Da questo punto il sentiero sale ripido nel bel bosco per poi attraversare verso sinistra e raggiungere il Col Fenetre.
Dal colle ci si affaccia sul bellissimo pianoro di Comboè.
Si scende con un lungo traverso verso destra sino a raggiungere il piano nei pressi delle baite.
Si prosegue sul fondo del pianoro sino al suo termine dove inizia la ripida salita che permette di superare sulla sinistra la barriera rocciosa che blocca la valle.
Superato faticosamente l'ultimo ripido tratto si raggiunge il bel piano dove sono situati il lago ed il rifugio di Arbolle.
Dal rifugio il sentiero prosegue pianeggiante lungo l'ampio vallone, ad un certo punto bisogna lasciare il sentiero principale che conduce al Mont Emilius ed attraversare verso destra sino a raggiungere l'inizio del pendio che conduce al Col Garin.
Il sentiero risale tra le rocce per poi affrontare l'ultimo pendio molto friabile che si risale faticosamente sino al colle.