Col Lazouney

SINGOLA

Vallata

Val del Lys

Partenza

Niel

Quota partenza

1.545

Quota arrivo

2.387

Dal casello autostradale di Pont-Saint-Martin svoltare a destra in direzione di Torino.
Alla seconda rotonda svoltare a sinistra per la valle del Lys.
Dopo alcune centinaia di metri a destra si imbocca la strada della valle del Lys che si segue sino a raggiungere il capoluogo di Gaby.
Arrivati alla piazza del municipio, appena prima di attraversare il torrente, deviare a destra e seguire la strada sino al suo termine al piccolo piazzale di Niel.

Questa escursione permette di raggiungere il colle del Lazouney che tramite il bellissimo vallone del Loo conduce a Gressoney-Saint-Jean ed il Colle della Mologna Grande che invece conduce nel Biellese.
Le piccole baite che si trovano lungo tutto il tracciato sono il segno di come si è riusciti a vivere in un ambiente molto aspro.
Due piccoli laghi rendono più piacevole il percorso.
Niel, unico villaggio Walser del comune di Gaby, conserva molti fabbricati che testimoniano la grande capacità di costruire dei muratori di Gaby.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Niel
- Difficoltà: Facile
- Periodo migliore: Luglio, Agosto, Settembre
- Quota di partenza: 1545 m
- Quota di arrivo: 2387 m
- Dislivello in salita: 850 m
- Lunghezza totale: 9500 m
- Tempo di salita: 2h 30 '
- Tempo di discesa: 2h 0 '
- Segnavia: in salita 6, in discesa 6A, GTA, AV1, 6B, 6
- Livello di esposizione 0
- Percorribile con cane SI

DESCRIZIONE DELL'ITINERARIO
Dalla piazzetta imboccare la bella mulattiera lastricata in pietra che conduce alla Gruba.
Arrivati al posto tappa escursionistico La Gruba imboccare la mulattiera sulla sinistra che risale il ripido pendio.
Mentre si sale è possibile valutare la bravura dei muratori del luogo a costruire con la pietra case e mulattiere.
Dopo il primo tratto più ripido il vallone spiana leggermente e si prosegue sino a raggiungere il torrente, si supera il primo ponte per poi imboccare sulla sinistra il sentiero che diventa nuovamente ripido e risale tra balze rocciose sino a raggiungere la parte superiore della conca.
Si prosegue superando diverse piccole baite, si passa nei pressi di due grandi ometti di pietra e con un ultimo traverso si raggiunge il Col Lazouney da cui ci si affaccia sulla pianeggiante testata del vallone del Loo.
Ritornati indietro un piccolo pezzo si prende il sentiero a sinistra (unico tratto in cui la GTA passa in Valle d'Aosta) e si prosegue in mezzacosta sino a raggiungere, con una piccola deviazione il lago di Suckie.
Ritornati indietro sul percorso originario si prosegue con una serie di saliscendi sino a raggiungere con un ultimo tratto più ripido il colle della Mologna Grande.
Dal colle ci si affaccia sul Biellese (guardando in basso qualche centinaio di metri sotto il colle è visibile il Rifugio Rivetti).
Si ritorna indietro sul percorso per qualche decina di metri sino ad imboccare il sentiero che scende a Niel.
Si passa nei pressi del piccolo lago di Grekij e, sempre lungo piccoli pascoli interrotti da zone rocciose, si raggiunge l'alpe Pitou Lazouney.
Il sentiero adesso diventa nuovamente più ripido e scende sino a Schtovela da cui in pochi minuti si arriva al ponte dove si era passati al mattino, per lo stesso percorso di salita si ritorna all'auto.