MRR_07 Brusson / Isollaz (Challand-St-Victor)

+GIORNI

Vallata

Val D'Ayas

Partenza

Brusson

Quota partenza

1.336

Quota arrivo

662

Dal casello autostradale di Verrès, attraversare la rotonda ed entrare nel paese, dopo qualche centinaio di metri svoltare a sinistra per la Val d'Ayas.
Si superano i Comuni di Challand-Saint-Victor, Challand-Saint-Anselme sino a raggiungere Brusson.

Diversi punti interessanti per la tappa odierna: le miniere d'oro di Chamousira, lo stupendo castello di Graines e i ponti romani di Challand-Saint-Victor.
Le miniere d'oro, previa prenotazione presso la Cooperativa Gold Mine (Tel + 39 388 5612100) sono visitabili.
Il castello di Graines, dove negli ultimi anni sono stati effettuati alcuni interventi di restauro, ci permette un salto in pieno medioevo.
I due ponti romani (anche se sono di origine medioevale) sono situati in un luogo molto bello.
Il percorso, dopo un primo tratto molto ripido che conduce alle miniere, segue il fondo della valle con lunghi tratti pianeggianti.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Brusson
- Difficoltà: Facile
- Periodo migliore: da aprile a ottobre
- Quota di partenza: 1336 m
- Quota di arrivo: 662 m
- Dislivello in salita: 580 m
- Dislivello in discesa: 1250 m
- Lunghezza totale: 16700 m
- Tempo di salita: 1h 50 '
- Tempo di discesa: 3h 20 '
- Segnavia: 10, 8, s.n., 14, 20, 27, 22, 26, 6, 7
- Livello di esposizione 0
- Percorribile con cane SI


DESCRIZIONE PERCORSO
Attraversato completamente l'abitato di Brusson il sentiero esce dall'abitato, attraversa un ponticello e sale ripido nel bosco sino a raggiungere un largo sentiero, poche decine di metri a destra e si raggiunge la miniera d'oro di Chamousira.
Dopo aver visitato la miniera (informarsi sugli orari di apertura) si ritorna indietro un tratto per poi risalire a destra un pendio molto ripido e portarsi quasi sul dosso dove si attraversa nuovamente verso destra (tratto protetto da una staccionata) per raggiungere un bel bosco.
In diversi punti ci sono delle deviazioni che conducono alle gallerie.
Proseguire in leggera discesa sino all'uscita del bosco, attraversare la zona prativa e scendere lungo una stradina sino a giungere nell'abitato di Fenilliaz.
Attraversare l'abitato e dirigersi a destra per ampi prati sino alle case di Graines.
Superato Graines si prosegue lungo la strada asfaltata per arrivare al bivio che conduce al castello di Graines.
Con una breve risalita si raggiunge il grande castello restaurato recentemente e di grande bellezza.
Dopo la visita del castello si ritorna per lo stesso percorso sino alla strada asfaltata, la si segue in senso inverso per alcune centinaia di metri per poi, appena prima del tornante svoltare a sinistra e scendere a Arcesaz.
Arrivati sulla stradina svoltare a destra per un piccolo tratto per poi, sul fianco di una casa prima del torrente, lasciare la strada e imboccare un sentiero sulla sinistra.
Costeggiare il torrente, attraversare un ponticello, risalire leggermente e, dopo aver attraversato un prato in cui il sentiero è poco visibile, raggiungere in piano le case di Arcesaz.
Tenersi in piano lungo la stradina asfaltata, scendere leggermente, attraversare un ponticello, scendere ancora una decina di metri per imboccare a sinistra una strada rurale.
Seguirla per un tratto sin quando svolta decisamente a sinistra, a questo punto imboccare sulla destra un sentiero (poco visibile) che attraversa in piano nel bosco per poi scendere e raggiungere una strada rurale che si segue sino ad arrivare sopra alle case di Tollegnaz, dove la strada svolta a sinistra imboccare sulla destra la mulattiera che scende alle case di Ruvère.
Attraversare a sinistra e imboccare una strada rurale pianeggiante. Seguirla nel bosco sino a raggiungere e superare le case di Bruge, Ney, Cretes, si raggiunge la stradina asfaltata appena sotto a Velloux.
Seguirla in discesa per meno di 100 metri per poi imboccare a destra la mulattiera. Proseguire lungo la stessa sino a raggiungere i due ponti romani (i ponti sono medioevali). Dopo la visita dei due ponti si prosegue lungo il torrente sino a raggiungere le case di Isollaz.
Sulla sinistra si possono ammirare due bei rascard, si prosegue sulla destra sino alla bella chiesetta. Appena dopo il ponte, sulla destra il mulino ristrutturato.

Se si ha tempo vale la pena dedicare un po' di tempo per una visita alla cascata di Isollaz.




Notizie dagli utenti


Latitudine: 45.716582648499
longitudine: 7.7500348258836



Latitudine: 45.722687398126
longitudine: 7.7537493500931


Latitudine: 45.754621066196
longitudine: 7.7435964346004