MRR_10 Isollaz (Challand-St-Victor) / Verrès

+GIORNI

Vallata

Val D'Ayas

Partenza

Isollaz (Challand-Saint-Victor)

Quota partenza

760

Quota arrivo

380

Dal casello autostradale di Verrès, attraversare la rotonda ed entrare nel paese, dopo qualche centinaio di metri svoltare a sinistra per la Val d'Ayas.
Prima di raggiungere le prime frazioni di Challand-Saint-Victor, ad un tornante, proseguire diritti sino a raggiungere Isollaz.

Se l'ultimo giorno abbiamo tempo questa variante ci permette di visitare in parte quelle che vengono chiamate le 'traverse di Arnad', territori ripidi ma molto abitati nel passato.
La salita non è particolarmente lunga ma poi in discesa potremo visitare diversi piccoli villaggi scendendo a picco su Arnad con una bella viosta sul Forte di Bard.
Da Arnad si seguirà la Via Francigena che ci riporterà all'auto.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Isollaz (Challand-Saint-Victor)
- Difficoltà: Facile
- Periodo migliore: da marzo a ottobre
- Quota di partenza: 760 m
- Quota di arrivo: 380 m
- Dislivello in salita: 790 m
- Dislivello in discesa: 1170 m
- Lunghezza totale: 14900 m
- Tempo di salita: 2h 20 '
- Tempo di discesa: 3h 0 '
- Segnavia: 2, 103
- Livello di esposizione 0
- Percorribile con cane C1

DESCRIZIONE PERCORSO
Da Isollaz seguire la pianeggiante strada rurale che attraversa in alto sopra al torrente sino a raggiungere il ponte.
Un centinaio di metri dopo il ponte lasciare al strada e, appena dopo un rudere, attraversare il prato e salire a destra a prendere il sentiero per raggiungere nuovamente la strada rurale.
Seguire verso destra la strada pianeggiante sino a incrociare la strada asfaltata che conduce a Omens nei pressi delle case di Riorte, (in alcuni punti tra le piante, quando la vegetazione non è troppo fitta, è visibile la bella cascata di Isollaz).
Seguire sulla sinistra, per alcune centinaia di metri, la strada che sale a Omens per poi lasciarla e risalire a destra lungo un sentiero che segue un costone ghiaioso.
Proseguire sino a raggiungere Omens, passare tra i fabbricati per poi imboccare a sinistra la stradina per un piccolo tratto per poi seguire il sentiero che sale ripido a sinistra.
Si raggiunge nuovamente la strada asfaltata, a questo punto scendere lungo la stessa per qualche centinaio di metri per poi imboccare sulla destra il sentiero che sale nel bosco.
Lo si segue, attraversando alcune volte la strada, sino a raggiungerla nuovamente appena prima delle case di Champoré.
Seguire la strada aggirando l'abitato sino ad imboccare sulla sinistra il sentiero che risale sino all'alpe Vert.
Aggirarla sulla sinistra e con un ultimo tratto raggiungere il Col Vert.
Scendere lungo la strada poderale, (a sinistra in un tornante è visibile una caverna, sino a raggiungere con un ultimo tratto di sentiero le case di Fornelle da cui la vista spazia sul fondovalle.
Si attraversa la strada e si scende a destra, il sentiero prosegue in piano per poi scendere molto ripido, si attraversa la strada e si raggiunge la bella frazione di Aveil.
La mulattiera adesso diventa molto larga e non ripida e raggiunge velocemente il paese.
Andare a sinistra passando nei pressi del municipio per poi andare a destra a vedere la stupenda chiesa.
Si prosegue tra le case lungo il tracciato della via Francigena per poi andare decisamente a sinistra, attraversare la strada statale, e proseguire trai i prati sino a raggiungere la Dora Baltea che si costeggia sino all'inizio di Verrès.
Lungo le strade interne del paese si raggiunge il piazzale della piscina dove abbiamo lasciato l'auto.