Pointe de Chaligne

SINGOLA

Vallata

Valle del Gran San Bernardo

Partenza

Sopra a Buthier (1.523 m)

Quota partenza

1.523

Quota arrivo

2.608

Dal casello autostradale di Aosta Est imboccare la lunga galleria che conduce al colle del Gran San Bernardo.
Superare l'abitato di Gignod sino ad imboccare sulla sinistra la strada che conduce a Buthier.
Seguirla, superando diversi villaggi, sino al suo termine dove è posizionato il cartello di divieto di transito.

Spettacolare percorso lungo facili crestoni al centro della Valle d'Aosta.
Da una prima parte nel bosco si arriva all'inizio della Cresta Tardiva da cui si ha un'ottima vista su tutta la Valpelline.
Arrivando poi sulla cresta finale la vista spazia su molte montagne della Valle d'Aosta, in discesa sembra di scendere direttamente su Aosta.
L'escursione segue per un buon tratto il Tour del Fallére e pertanto è discretamente frequentata.

DATI CARATTERISTICI
- Località di partenza: Sopra a Buthier (1.523 m)
- Difficoltà: Media
- Periodo migliore: Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre
- Quota di partenza: 1523 m
- Quota di arrivo: 2608 m
- Dislivello in salita: 1085 m
- Lunghezza totale: 12200 m
- Tempo di salita: 3h 20 '
- Tempo di discesa: 2h 0 '
- Segnavia: in salita 3 e TMF, in discesa TMF, 2, 2A e 3A
- Livello di esposizione 1
- Percorribile con cane

DESCRIZIONE DELL'ITINERARIO
Dall'auto proseguire lungo la strada rurale che conduce al Rifugio Chaligne.
Dopo i primi due tornanti imboccare a destra il sentiero che in salita diagonale verso destra conduce sino ad un vascone dell'acqua (l'imbocco del sentiero e la prima parte che attraversa i prati purtroppo è poco visibile).
Costeggiare il vascone sulla sinistra ed imboccare il sentiero che si addentra nel bosco sino a raggiungere l'alpeggio di Collet.
Attraversata la strada rurale si prosegue nel bel bosco di larici sino a riprendere la strada rurale ad un tornante.
La si segue per un centinaio di metri per poi imboccare sulla destra il tracciato del Tour del Fallére.
Si prosegue nel bosco sino ad arrivare sul crestone che si segue uscendo dal bosco e raggiungendo un grande pannello.
Il sentiero adesso prosegue lungo la Costa Tardiva sul versante del rifugio Chaligne sino a raggiungere il Passo Tardiva.
Si prosegue sino ad un secondo colle da cui, risalendo a sinistra, si raggiunge la larga cresta che conduce alla Pointe de Chaligne.
Seguire la larga cresta, che solo verso il termine diventa un pò più stretta, sino a raggiungere la bella croce di vetta (opera dello scultore Siro Vierin).
Dalla vetta si scende sino al Col des Metz da cui si devia a sinistra attraversando sotto alla Pointe de Chaligne sino ad un costone nei pressi del Plan du Debat.
Per ampi pendii si raggiunge l'alpeggio della Tsa de Chaligne.
Senza raggiungere il fabbricato si devia a destra (sentiero poco visibile) e si segue il sentiero che dopo aver attraversato l'ampio pianoro entra nel bosco.
Lo si segue sino a raggiungere il bel rifugio Chaligne dove è possibile una sosta.
Dal rifugio si segue per un tratto la strada rurale di accesso per poi imboccare sulla destra il sentiero che, attraversando alcune volte la strada rurale, conduce sino all'auto.