TOR_02 Valgrisenche - Cogne

+GIORNI

Vallata

Valgrisenche

Partenza

Valgrisenche

Quota partenza

1.658

Quota arrivo

1.543

Valgrisenche è raggiungibile con un bus da Aosta oppure da Arvier.

Per avere informazioni sugli orari:

SAVDA S.p.A. Strada Pont Suaz, 6
11100 AOSTA Tel: 0165/367011 - Fax: 0165/367070
Numero Verde: 800 170444
Sito Internet:http://www.savda.it/ - E-Mail:@'>@

VITA S.p.A Via Nazionale, 10
11020 ARNAD AO Tel: 0125/966546-7-8 - Fax: 0125/966540
Numero Verde: 800 992289
Sito Internet:http://www.vitagroup.it/ - E-Mail:@'>@

S.V.A.P. Società
Cooperativa Loc. Plan Félinaz, 5
11020 CHARVENSOD AO Tel: 0165/41125 - Fax: 0165/32966 - Numero Verde: 800 256552
Sito Internet:http://www.svap.it/ - E-Mail:@'>@

DATI TECNICI:
quota partenza: 1.658 m
quota arrivo: 1.543 m
dislivello positivo: 4.108 m
dislivello negativo: 4.243 m
lunghezza: 57.100 m

SINTESI:
Questa tappa attraversa il Parco Nazionale del Gran Paradiso con la possibilità di vedere molti animali lungo il percorso.
La tappa è molto lunga con la salita di tre colli successivi, tra questi il Col Loson raggiunge quasi i 3.300 metri, punto più alto di tutto il percorso.
Si seguono principalmente strade reali di caccia che hanno una pendenza buona sia per la salita che per la discesa.
La prima parte della discesa dalla Fenetre Torrent su Rhemes-Notre-Dames è ripidissima, da fare molta attenzione in caso di terreno scivoloso.

Proseguire per un piccolo tratto nel centro paese per poi svoltare a sinistra ad attraversare il torrente, appena dopo sulla destra seguire una traccia nel prato sino a raggiungere un campo da tennis e la strada asfaltata che conduce alla diga.
A sinistra inizia il sentiero che, prima salendo nel bosco e poi con un lungo mezzacosta, raggiunge Prariond , prima di raggiungere le baite imboccare a sinistra il sentiero che conduce a Bois (2.140 m), successivamente con un lungo mezzacosta in salita ed una piccola discesa si raggiunge il RIFUGIO CHALET DE L'EPEE (2.370 m).
Dal rifugio, dopo un primo tratto un po' più ripido, si segue il lungo vallone pianeggiante che con un ultimo tratto molto ripido conduce alla FENETRE TORRENT (2.840 m)

Dal colle ci si affaccia su un ripido canalone che porta direttamente al fondovalle. Il sentiero scende con ripidi tornanti (da fare con attenzione se il terreno è bagnato) sino a raggiungere il fabbricato di Torrent (2.180 m).
Da questo punto inizia un lungo traverso verso sinistra per poi scendere un valloncello secondario e raggiungere il fondovalle, con un piccolo tratto sulla strada asfaltata si arriva al capoluogo di RHEME-NOTRE-DAME (1.723 m).

Da Rhemes-Notre-Dame si attraversa il torrente e si imbocca il bel sentiero che sale nel vallone di Entrelor.
Dopo una bella radura con un grande fabbricato si prosegue nel bosco passando sotto ad un roccione con una grande croce (Chateau Quelec) e raggiunge, con una serie di tornanti, l'imbocco del vallone di Entrelor ad una piccola croce in legno (2.098 m).
La vista spazia sulla bellissima Granta Parey che domina la testata del valle di Rhemes.
Si prosegue nel pianeggiante vallone, lasciando a destra l'alpeggio di Entrelor, per poi salire ai caratteristici alpeggi abbandonati di LE PLAN DE FEYE (2.392 m).
Si attraversa adesso verso destra entrando nel valloncello che conduce al colle, l'ultima parte diventa decisamente ripida e scomoda da salire.
Ci si sposta leggermente verso destra dentro una valletta sassosa, e con un ultimo tratto in piano su pietraia, si raggiunge il COL DI ENTRELOR (3.002 m) .

Dal colle si scende nella conca sottostante per poi spostarsi a sinistra e scendere l'ampio vallone.
Si costeggiano i LAGHI NOIR (2.670 m) e DJOUAN (2.515 m) per poi attraversare completamente a sinistra uscendo dal vallone.
Si continua, sempre verso sinistra, per bellissimi pascoli, avendo di fronte tutta la catena del Gran Paradiso, sino a raggiungere l'ex accampamento di caccia di ORVIEILLE (2.165 m).
Appena dopo il fabbricato risalire qualche metro sulla destra per imboccare il sentiero che scende a l'Eau Rousse.
Dopo un tratto su pascoli aperti si entra nel fitto bosco e lungo la bella mulattiera si arriva direttamente a L'EAU ROUSSE (1.680 m).

Scendere tra le case sino a raggiungere la strada regionale che si attraversa per imboccare la bella mulattiera reale che ci condurrà sino al Col Loson (punto più alto di tutto il Giro dei Giganti).
Il percorso risale i prati per risalire con diverse svolte il pendio sino ad attraversare un canalone e portarsi nel bosco.
Si continua a risalire nel bosco per poi attraversare un altro canalone e, con un lungo traverso verso sinistra, raggiungere LEVIONAZ DESOT (2.258 m).
Si passa nei pressi del casotto del guardiaparco per poi, con un piccolo mezzacosta in leggera discesa, entrare nel vallone.
Si costeggia sulla destra il piano per poi salire ed attraversare in alto, si supera una presa dell'acqua per continuare con un lungo mezzacosta verso sinistra ed imboccare il vallone che sale al col Loson.
Si seguono i ripidi tornanti e con un ultimo tratto più disagevole si raggiunge l'intaglio del COL LOSON (3.298 m)

Dal colle il sentiero, un po' esposto ma ben segnato, attraversa verso sinistra sino ad un costone.
Da questo punto con ampie svolte si scende un pendio sassoso sino a raggiungere i pascoli sottostanti e più dolcemente il RIFUGIO VITTORIO SELLA (2.584 m).
Dal rifugio il percorso diventa molto frequentato, si seguono le ampie svolte della mulattiera che ad un certo punto si lascia per portarsi a destra, si attraversa il torrente (il tracciato precedente era pericoloso per caduta massi) e si scende per pascoli sull'altro versante.
Superate le baite di Thoules (2.111 m) si prosegue ancora per un tratto per poi riattraversare il torrente e riportarsi sul tracciato originale della mulattiera reale che si segue sino a raggiungere il fondovalle.
Si passa nei pressi del GIARDINO BOTANICO PARADISIA, si attraversa il torrente e si raggiunge VALNONTEY (1.667 m).
Si segue un tratto la strada asfaltata per poi imboccare il percorso della classica passeggiata che conduce al capoluogo di Cogne.
Raggiunta nuovamente la strada asfaltata la si segue sino al centro paese, si passa nei pressi del Municipio e della chiesa e si raggiunge il palazzetto di Cogne (1.520 m). (Termine della 2° tappa)