Arboretum "Borna di Laou"

Coordinate

Latitudine: 45.670571 Longitudine: 7.692693

Un panorama e dei profumi decisamente mediterranei accompagnano il visitatore all’interno di questo particolare arboreto impiantato nella prima metà degli anni ’50 dal Corpo Forestale.
A partire dal 1951, furono messe a dimora o seminate diverse specie esotiche tra le quali i pini marittimo, domestico, nero e strobo, il cedro dell’Atlante, l’abete del Caucaso, il leccio, il carpino, la tuia, ecc.
La zona scelta per il rimboschimento, si estende su una superficie di circa 6 Ha. e la natura del terreno, pietrosa, arida e inframezzata da arditi terrazzamenti che racchiudevano lembi di terra precedentemente coltivati, non garantiva un sicuro attecchimento.

Ma quel che più interessa è l’aspetto botanico di questo arboreto, in quanto risulta essere uno dei rari esempi, nella nostra regione, dove specie come il pino domestico e quello marittimo, si siano affermate così bene a dispetto delle non ideali condizioni climatiche per le stesse.

La variegata vegetazione può essere riconosciuta mediante appositi cartelli che ne indicano il nome botanico, oltre a quello francese ed italiano.

Gli abitanti di Verrès chiamano questo luogo, in patois "Borna di laou" o, in piemontese "Tampa del luf", in quanto pare che nella zona, fino alla fine del 1800, ci fosse una tana abitata dal lupo.

Gli equilibri che si instaurano in questi ambienti particolari sono però fragili, per cui si chiede al visitatore il massimo rispetto degli stessi, potendo nel contempo usufruire di un angolo di natura paesaggisticamente e botanicamente di alto valore.